sabato 1 febbraio 2014

Angelica: Un dolce brioscioso tutto emiliano

Da quanto tempo non scrivo in questo blog, mi sembra sia passata una vita.
Ogni volta che apro mi rimprovero di non averlo più aggiornato. Ma ora basta deve riprendere vita e riempirsi di tante nuove ricette!!
Oggi vi propongo l'Angelica, tratta dal libro "Pane e Roba Dolce" delle Sorelle Simili.



Ingredienti:

Pasta per Briosche

Lievitino
135g di farina manitoba
13g di lievito di birra
75g di acqua

Impasto:
400g di farina manitoba
75g di zucchero
120g di latte tiepido
3 tuorli d'uovo
1 cucchiaino di sale
120g di burro

75g uva sultanina
75g di scorza d'arancio candita
50g di burro fuso


Procedimento:

Iniziamo a preparare il lievitino amalgamando il una ciotola tutti gli ingredienti fino a formare un panetto che dovrà lievitare circa 30 minuti.
Trascorso il tempo necessario affinché l'impasto si raddoppi procediamo all'impasto vero proprio.
In un recipiente mettere la farina, fare la fontana, mettere al centro il latte tiepido, i tuorli, lo zucchero e il sale e amalgamare con un poco di farina.
Unire il burro e finire l'impasto battendo fino a quando si staccherà dalle pareti della ciotola.
Rovesciare sul tavolo, unire il lievitino e battere finché i due impasti saranno ben amalgamati.
Rimettere nel recipiente unto e lasciar lievitare 1 ora, fino al  raddoppio.
Rovesciare la pasta lievita su un tavolo infarinato e stenderla formando un rettangolo di 2-3mm di spessore, senza lavorarla.
Pennellare abbondantemente con il burro fuso, cospargere di uva sultanina, precedentemente ammollata e asciugata, e di scorza di arancia candita e tritata.
Arrotolare il lato più lungo.
Tagliare il rotolo ottenuto a metà per il lato lungo con un coltello affilato e sottile, infarinandolo ogni tanto.
Separare delicatamente i due pezzi, girarli tenendo il lato tagliato verso di voi e formare una treccia facendo in modo che la parte tagliata rimanga il più a lungo possibile all'esterno.
Mettere su una teglia da forno e chiudere a ciambella.


Pennellare con burro fuso e fare lievitare per 30-40 minuti coperta a campana (deve quasi raddoppiare).
Cuocere in  forno a 200°C per 20-25 minuti.
Una volta che l'angelica è cotta, lasciarla raffreddare sopra una griglia e cospargerla successivamente di zucchero a velo.
Se vi piace, la ricetta originale prevede di  glassarla. 
Io non l'ho fatto per evitare che risulti troppo dolce.




VOTA O CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...