mercoledì 14 dicembre 2011

Il Pandoro..un classico della tradizione italiana

Ciao a tutti!
Tra pochi giorni è Natale e come sempre mi ritrovo a fare le corse per cercare gli ultimi regali! 
Mi ripeto di non arrivare a comprare le ultime cose il 24, ma so che ricapiterà di nuovo. Aimè!
Quello di cui sono certa ,ogni anno, è il menù della vigilia e i dolci che porterò nella mia tavola.
In casa mia sono vietate le diete in questo periodo e guai a chi almeno non assaggia!
Ed ecco l'idea, a cui nessuno riesce a resistere... il Pandoro, l'albero stellato più bello!
La ricetta che vi propongo è estratta dal libro "Pane e roba dolce" delle Sorelle Simili.





 Ingredienti


Per il lievitino


15gr lievito di birra
60gr acqua tiepida
50gr farina di forza
1 cucchiaio di zucchero
1 tuorlo

1°Impasto

200gr farina di forza (manitoba)
3gr lievito di birra 
25gr zucchero
30gr burro morbido
2 cucchiaini di acqua
1 uovo

2° Impasto

 200gr farina di forza (manitoba)
100gr zucchero
2 uova
1 cucchiaino di sale
1 stecca di vaniglia (i semi)


140gr di burro a temperatura ambiente per la sfogliatura


Procedimento

Partiamo con il lievitino:

Fondere il lievito nell'acqua tiepida, unire lo zucchero, il tuorlo e la farina e battere finchè sarà ben amalgamato e liscio, coprire e fare lieviatare fino al raddoppio, 50-60 minuti.

Primo impasto:
Aggiungere al lievitino il lievito di birra sciolto nell'acqua, lo zucchero, la farina e l'uovo, mescolare e battere vigorosamente, poi unire il burro a temperatura ambiente e battere fi
nchè non sarà ben amalgamato. Coprire e lievitare fino al raddoppio, circa 45 minuti in luogo tiepido.

Secondo impasto:

unire al primo impasto le uova, lo zucchero, la farina, il sale, la vaniglia e battere finchè tutto sarà bene amalgamato, circa 8-10 minuti.
Schiacciare l'impasto, ripiegarlo su se stesso, metterlo in una ciotola unta con il burro e fare lievitare 1 ora, 1 ora e mezza, fino al raddoppio, coperto.
Passato questo tempo mettere la ciotola in frigorifero per  circa 30-40minuti.
Rovesciare la pasta sul tavolo, tirarla con un mattarello formando un quadrato, distribuire al centro il burro a pezzetti, portare i quattro angoli al centro fissando la pasta e chiudendo il burro. Spianare delicatamente in un rettangolo e piegare in tre.

 
Riposare 15-20 minuti, spianare di nuovo e piegare ancora in tre e riposare 15-20 minuti in frigorifero.
Dare ancora una piega e riposare.
Dopo quest'ulteriore riposo formare una palla inserendo sotto i bordi, e ruotando sul tavolo con le mani unte di burro.
Disporre in uno stampo a stella alto 19-20cm. (quello apposito del pandoro), da circa 3 litri, unto di burro, mettendo la parte rotonda verso il fondo.
Coprire e lievitare (dentro il forno con la luce accesa o in un luogo caldo) finchè la cupola uscirà dal bordo e cuocere in forno a 170°C per 15 minuti, poi abbassare a  160°C per altri 10 minuti.
Prima di sfornare il pandoro fare sempre la prova stecchino.
Una volta cotto, toglierlo dallo stampo e cospargerlo di zucchero vanigliato.







3 commenti:

Francesca ha detto...

Bello e sicuramente buono.
Potresti partecipare al contest che ho indetto
http://pannacioccolatoefantasia.blogspot.com/2011/11/contest-e-tu-natale-che-dolce-fai.html

Open Kitchen Magazine ha detto...

"Ecco per te il 3° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
Per sfogliarlo gratis clicca sul mio nome mittente.

Un abbraccio,
il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine.
Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

SweetPenny ha detto...

grazie Francesca! Purtroppo l'ho letto in ritardo :( avrei voluto partecipare..

Like